Maggiorazioni IRAP e IRPEF in Calabria e Molise: le istruzioni applicative dall'Agenzia

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha reso noto che il Tavolo per la verifica degli adempimenti e il Comitato permanente per l'erogazione dei livelli essenziali di assistenza hanno constatato, con riferimento alla verifica dei risultati d'esercizio 2012, per le regioni Calabria e Molise, il consolidamento delle condizioni per l'applicazione delle disposizioni contenute nell'articolo 2, comma 86, della Legge n. 191/2009, secondo le procedure di cui all'articolo 1, comma 174, della Legge n. 311/2004 e successive modifiche intervenute. Pertanto, per l'anno d'imposta 2013, in queste regioni è confermata l'applicazione delle vigenti maggiorazioni: dell'aliquota dell'Imposta Regionale sulle Attività Produttive nella misura di 0,15% e dell'addizionale regionale all'IRPEF nella misura di 0,30%
La maggiorazione avrà effetto sull'acconto dell'IRAP da effettuare a novembre 2013 che dovrà essere determinato con il metodo storico o previsionale. Dall'importo dovuto su base annuale, calcolato con queste modalità, andrà sottratto quanto versato in occasione della prima rata, sulla quale la maggiorazione non era applicabile. Per quanto riguarda, invece, l'incremento di 0,30 punti percentuali dell'addizionale regionale IRPEF, per l'anno d'imposta 2013, previsto per le regioni Calabria e Molise, si precisa che lo stesso produce effetti nell'anno 2014. 
Comments