Consiglio dei Ministri: Prorogati i termini di scadenza per la voluntary disclosure

E' ufficiale la proroga del termine di scadenza per la presentazione dell'istanza di collaborazione volontaria per la regolarizzazione dei patrimoni detenuti all'estero ("voluntary disclosure") che passa dal 30 settembre 2015 al 30 novembre 2015. Lo ha annunciato il Consiglio dei Ministri n. 84, rimandando la pubblicazione del decreto finanze relativo in Gazzetta Ufficiale. L'integrazione dell'istanza e la documentazione allegata possono essere presentate entro il 30 dicembre 2015. Per coloro che avessero già presentato l'istanza entro la data di entrata in vigore del presente decreto vi è la possibilità di produrre i relativi documenti entro il 30 dicembre 2015. La proroga è stata approvata in seguito alle esigenze dei professionisti di reperire la documentazione necessaria, non sempre immediatamente disponibile anche a causa del coinvolgimenti di soggetti esteri. Il decreto conferma che le norme sulla collaborazione volontaria non hanno alcun impatto sull'applicazione dei presidi previsti dal D.lgs.231/2007, in materia di contrasto al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo. Scongiurato anche l'aumento delle accise sui carburanti, nonostante la bocciatura da parte della Commissione europea per il "reverse charge" italiano sulla grande distribuzione, grazie alla quota parte delle maggiori entrate della stessa "voluntary disclosure" che va ad effettuare una compensazione finanziaria in luogo della suddetta disposizione bocciata introdotta dalla legge di stabilità 2015.
Comments