Abolizione seconda rata IMU 2013

Il D.L. 30.11.2013, n. 133, in vigore dal 30.11.2013, contiene disposizioni urgenti in merito alla seconda rata Imu 2013 e, a fini di copertura, agli acconti d’imposta 2013, all’alienazione degli immobili pubblici e alla Banca d’Italia.
Le disposizioni principali per quanto riguarda l’Imu e gli acconti d’imposta sono illustrate di seguito.
Abolizione della seconda rata Imu 2013: per il 2013 non è dovuta la seconda rata Imu relativamente ai seguenti immobili:
- abitazione principale e relative pertinenze (esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1 - abitazioni signorili, A/8 - abitazioni in ville, A/9 - castelli e palazzi di pregio storico o artistico);
- immobili appartenenti a cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, e alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp) e dagli enti di edilizia residenziale pubblica aventi le stesse finalità degli Iacp;
- casa coniugale assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimoni;
- unico immobile iscritto o iscrivibile al catasto come unica unità immobiliare, posseduto e non locato dal personale in servizio permanente delle forze armate e di polizia ad ordinamento militare e ad ordinamento civile, dal personale del corpo nazionale dei vigili del fuoco e, salvo quanto disposto dall’art. 28, co. 1, D.Lgs. 139/2000, dal personale appartenente alla carriera prefettizia;
- terreni agricoli e terreni non coltivati posseduti e condotti da coltivatori diretti e da imprenditori agricoli professionali (Iap);
- fabbricati rurali ad uso strumentale.

L’eventuale differenza tra l’Imu risultante applicando l’aliquota e la detrazione per ciascuna tipologia di immobile di cui sopra deliberate o confermate dal Comune per il 2013 e, se inferiore, quello risultante dall’applicazione dell’aliquota e della detrazione di base previste dalle norme statali per ciascuna tipologia di immobile di cui sopra deve essere versata dal contribuente nella misura del 40% entro il 16.1.2014.
Comments